Tassa sui dividendi in Russia

Aggiornato il: lug 4

Aliquote d'imposta sui dividendi: 13% e 15%

  • 13% per i residenti in Russia (cioè, coloro che vivono nel relativo territorio più di 183 giorni annualmente), e anche per le aziende russe.

  • 15% per i non residenti in Russia, nonché per le società straniere (se l'altro tasso non è previsto dall'accordo internazionale sulla doppia imposizione).


Eccezione per le società russe: 0%


L'aliquota d'imposta dello 0% si applica ai dividendi delle società russe a condizione che il giorno della delibera sul pagamento dei dividendi, questa società abbia per almeno 365 giorni il possesso di almeno il 50% delle azioni della società che paga i dividendi alla controllante.


Tuttavia, se i dividendi sono pagati dalla controllata russa di una società straniera, questa norma non si applica.

Eccezione per le società italiane: 5% e 10%


Secondo il sottocomma "a" comma 2 dell'articolo 10 della convenzione tra il governo della Federazione Russa e il governo della Repubblica italiana del 09.04.1996 "sulla doppia imposizione in materia di imposte sul reddito e sul capitale e la prevenzione dell'evasione fiscale", i dividendi possono essere anche tassati nello stato contraente, il cui residente è lla società che paga i dividendi, e in conformità con le leggi di tale stato, ma se il beneficiario è una persona che possiede il diritto alla distribuzione dei dividendi, l'imposta non deve superare il 5% dell'importo totale del dividendo se la persona che possiede il diritto è una società che possiede direttamente almeno il 10% del capitale della società pagante i dividendi (tale partecipazione dovrebbe essere di almeno 100 000 dollari o l'importo equivalente in un'altra valuta).


Nel sottocomma "B", comma 2 dell'articolo 10 della suddetta convenzione, è stabilito che i dividendi possono essere tassati anche nello stato contraente, il cui residente è la società che paga i dividendi, e conformemente alla legislazione del presente Stato, ma se il beneficiario è una persona che possiede il diritto alla distribuzione dei dividendi, la tassa così riscossa non deve superare il 10% dell'importo totale del dividendo in tutti gli altri casi.


Conformemente alla suddetta convenzione, il Ministero delle finanze della Russia nella sua lettera di 07.03.2014 N 03 -08-RH/10213 chiarisce inoltre che l'aliquota ridotta del 5% dell'importo totale dei dividendi viene applicata alle seguenti condizioni, se la persona che possiede il diritto di proprietà dei dividendi è una società che possiede direttamente almeno il 10% del capitale della società che paga i dividendi (tale partecipazione dovrebbe essere di almeno 100 000 dollari o l'importo equivalente in un'altra valuta). Per il resto si applica un tasso di 10%.


La stessa procedura è prevista per i cittadini italiani destinatari di dividendi, come indicato nella lettera del Ministero delle finanze della Russia datata 12 agosto 2008 N 03-08-05.



#vendereinrussia #businessinrussia #exportinrussia #russia #mercatorusso #ecommercerussia #exportareamanager #exportmanagerrussia #exportareamanagerrussia

0 visualizzazioni